The Daily: il primo quotidiano solo per iPad è finalmente disponibile su App Store

02 Febbraio 2011 di Giuseppe Migliorino

Era uno degli eventi più attesi di questo inizio 2011: il lancio di The Daily, esperimento editoriale voluto fortemente da Rupert Murdock. Si tratta del primo, vero quotidiano con tanto di direttore, editoriali, giornalisti, inviati e tanto altro che verrà pubblicato solo su iPad. Niente copia cartacea, solo e soltanto digitale.

La presentazione è avvenuta in queste ore, con un Murdoch entusiasta della sua ultima creazione e che non ha risparmiano elogi per Steve Jobs e per l’iPad, considerato un dispositivo eccezionale. Il futuro dell’editoria, ha detto Murdock, è nella tecnologia multitouch e nell’iPad.

Il Daily non è un semplice quotidiano digitale, ma si tratta di un esperimento editoriale che rende partecipe il lettore, con diverse forme di interattività, video, immagini a 360 gradi, notizie sempre aggiornate, massima integrazione con le funzioni dell’iPad.

Il meteo? Sempre in diretta. Sfogliare le pagine? In perfetto stile coverflow per passare da un argomento all’altro. Ti annoia leggere o sei impossibilitato a farlo? Con la tecnologia Voice Over il Daily leggerà le notizie per te.

Le singole notizie possono essere  condivise via email o anche su Facebook e Twitter. Il giornale tratterà ogni tipo di argomento: politica, economia, costume, cultura, cinema, sport, musica, moda e tanto altro. Ogni categoria è gestita come una sorta di applicazione: ad esempio lo sport è trattato in modo magnifico, con un grado di interattività senza precedenti.

Anche Apple, nella persona di Eddie Cue, ha partecipato all’evento, chiudendo la presentazione e parlando della rivoluzione editoriale che è finalmente iniziata. Su iPad.

Il primo numero di The Daily è già disponibile su App Store USA, con la copertina dedicata alla crisi egiziana. Prezzi: abbonamento settinamale 0,99$, abbonamento annuale 32,99$.

[via]

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.