Screenshot iPad Pro 2018: ecco come eseguirlo

08 novembre 2018 di Nikolas Pitzolu

Screenshot iPad Pro 2018? Vi state chiedendo come scattarlo senza il tasto Home? Ecco come eseguirlo su entrambe le versioni del tablet di casa Apple.

Mettiamo il caso che un utente abbia già avuto un iPad nella sua vita. Se comprasse il nuovo iPad Pro 2018prima o poi andrebbe a realizzare il suo primo screenshot e, cercando il tasto Home, si fermerebbe! Si perché per il nuovo iPad Pro perde il Touch ID ma guadagna cornici sottili e sopratutto Face ID!

E allora, dopo esservi spaesati per un momento, ecco come realizzarne uno: vi sorprenderete della facilità con cui è possibile farlo.

Quando siete sulla schermata che volete acquisire, premete contemporaneamente il tasto accensione/spegnimento e il tasto del volume su. Basta questo comando per far emettere un flash al display dell’iPad Pro 2018 con visualizzata la schermata selezionata e il tutto verrà accompagnato da un rumore identico a quando scattate una foto.

Se volete subito modificare lo screenshot, rimarrà per pochi attimi in basso a sinistra e da quella posizione ci si può cliccare sopra per aprire l’immagine ed eventualmente editarla prima di condividerla. Le modifiche verranno effettuate attraverso il software di Apple Instant Markup, ovviamente non ai livelli degli altri software professionali ma per editare velocemente uno screenshot non c’è assolutamente il bisogno di cercare altro.

Tra l’altro all’interno di Instant Markup esistono vari strumenti per evidenziare, marcare, ritagliare, firmare, zoomare, etc. Insomma, qualche indicazione che richiama l’attenzione della/e persona/e a cui la state condividendo. Le immagini screenshot vengono salvate all’interno dell’applicazione foto e, scegliendo come filtro gli “Album”, vi comparirà una sotto cartella con gli screenshot acquisiti nel tempo e ordinati per data.

Infine, per condividere velocemente gli screenshot, potrete anche allegarli ai messaggi, alle mail e alle applicazioni di terze parti direttamente dai menù contestuali all’interno di esse.

Fonte: imore

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.