Azienda edile risparmia 1.8 milioni di dollari in un anno grazie agli iPad

11 maggio 2018 di Giuseppe Migliorino

Come fare per risparmiare un bel po’ di soldi, velocizzando il lavoro e rendendolo anche più semplice e meno faticoso? La risposta arriva dall’esperienza diretta di un’azienda edile di Dallas, negli Stati Uniti.

Il responsabile tecnologico di questa azienda fa sapere che, grazie agli iPad, sono stati risparmiati 1.8 milioni di dollari in un anno e oltre 55.000 ore di lavoro. In particolare, gli iPad hanno risolto un annoso problema comune a molte aziende che lavorano nel campo edile: con i progetti stampati su carta, c’era sempre qualche versione non aggiornata che poteva portare ritardi e costi aggiuntivi. Capitava, infatti, che tra gli operai vi fosse ancora un progetto non aggiornato e che quindi il lavoro proseguisse secondo quanto riportato su una stampa ormai vecchia. Capitava, quindi, di dover smontare o distruggere quanto fatto e ripartire da capo secondo il nuovo progetto.

Grazie agli iPad, invece, tutti i progetti sono ora salvati su cloud: se un architetto apporta una modifica, questa è immediatamente visibile agli altri colleghi e a tutti coloro che lavorano nel cantiere. In questo modo, non ci sono più rischi di lavorare su qualcosa non più prevista.

Solo con questo flusso è stato risparmiato il 7% del denaro in un anno. Inoltre, ora non ci sono più montagne di scartoffie da portare in cantiere, visto che l’iPad ha eliminato anche i costi di stampa. Inoltre, prima era impossibile portare tutte le carte in cantiere e spesso i responsabili tornavano in ufficio per controllare un determinato documento. Ora, tutto è disponibile su iPad e si risparmia un sacco di tempo anche grazie alla ricerca digitalizzata.

Questa ottimizzazione non è passata inosservata ad Apple, che ha invitato i responsabili dell’azienda a tenere dei seminari negli Apple Store locali al fine di far capire come poter sfruttare al meglio gli iPad sul posto di lavoro, risparmiando tempo e denaro.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.