iPad 2018: Face ID, cornici ridotte e niente tasto home secondo Mark Gurman

08 novembre 2017 di Luca Ansevini

Dopo il grande rinnovamento del design di iPhone grazie al nuovo iPhone X, in molti si sono chiesti se anche iPad avrebbe seguito le orme del fratellino minore. Quando però a parlare è Mark Gurman non si possono non drizzare le antenne.

Secondo il noto e autorevole giornalista di Bloomberg infatti Apple sarebbe al lavoro su un nuovo iPad Pro per il prossimo anno che porterà con se molte delle novità introdotte da iPhone X. Apple dovrebbe introdurre la tecnologia FaceID anche sul prossimo tablet della gamma Pro, portando quindi ad una ovvia obsolescenza del Touch ID che, secondo Gurman, sarà rimosso per favorire una maggiore ottimizzazione delle cornici. Una CPU più performante e una GPU custom made in Cupertino vanno a completare il profilo descritto dal giornalista che tuttavia, secondo le sue fonti, reputa altamente improbabile l’introduzione di un pannello OLED vista al momento l’assenza di voci vicine alle catene di produzione di Samsung, l’unico produttore in grado di soddisfare la richiesta di Apple.

Insieme al nuovo iPad arriverà probabilmente anche una nuova Apple Pencil, oltre ad una nuova suite di applicazioni in grado di sfruttare appieno le potenzialità della penna di Apple.

Al momento è difficile prevedere la finestra temporale di arrivo sul mercato, tuttavia a pochi mesi di distanza dal lancio di iPad Pro da 10,5 pollici è probabile che il nuovo iPad sarà presentato da Apple intorno al mese di settembre 2018.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Luca Billeri

    speriamo di no, le cornici sono essenziali per poter impugnare il tablet con una mano, non è mica un telefono che si tiene da parte a parte…

  • sailand

    senza bordi o con bordi sottili il peso e l’ ingombro di un ipad non e’ sostenibile e un ipad solo da appoggiare sarebbe un mac, non un ipad.
    la scomparsa del tasto e relativo lettore di impronte sarebbe un errore, bene face id ma solo come alternativa. a me su ipad a volte manca terribilmente il tasto indietro di android come ad esempio nell’ app youtube dove non esiste in modo per tornare al video precedente piu’ volte, figuriamoci senza tasto home.
    gia’ oggi troppe gesture da studiare e non tutte intuitive o comode (ma quale folle ha pensato lo scorrimento laterale a 5 dita?).

  • CAIO MARIOZ

    fantastico!

  • DaemonRaging

    iPad con il nuovo iOS 11 diciamo che è molto migliorato rispetto a una volta. Al massimo potrebberò farlo sì con bordi più sottili ma non come vediamo sugli smartphone e sul discorso del FaceID se ci sarà solo quello senza il tasto home verranno create sicuramente delle scorciatoie per non pesare sull’esperienza d’uso di un tablet.

  • sailand

    sono utilizzatore di tutte le piattaforme e per la mia esperienza un uso eccessivo delle gesture penalizza l’ intuitivita’ come lo fa la riduzione o assenza dei tasti fisici.
    certo in qualche modo si puo’ sopperire ma non in modo intuitivo e quindi senza penalizzare l’ esperienza d’uso. col tempo ok ma chi passa ad ipad per la prima volta proveniendo da altre piattaforme deve leggersi il manuale, cosa che non ho mai fatto per tutti gli altri prodotti apple che ho posseduto o possiedo.
    dovrebbero invece prima rivedere profondamente il modo di ricaricarsi di apple pencil che l’ attuale forma a sbalzo fuori dall’ ipad e’ folle. quella “antenna” che sporge pronta a spezzarsi o piegarsi e’ incompatibile non solo con il trasporto ma persino se non si ha un tavolo ampio dove lasciarla ricaricare.
    a volte l’ estetica troppo minimalista e’ nemica della praticita’ e apple sta eccedendo in minimalismo, dalle troppe poche porte dei nuovi macbook pro (che costringono a comprare ben piu’ scomodi adattatori e hub) all’ assenza totale di tasti passando per la pencil stile antenna e alla non sostituibilita’ delle componenti interne dei suoi computer (neanche puoi tenerti i propri dati e la loro privacy recuperando l’ssd).

  • DaemonRaging

    Potrei darti ragione effettivamente la scomodità deriva anche dall’estetica troppo minimal che a volte può risultar davvero pesante. Per il discorso del MacBook Pro io ho visto gente che con un hub completo e molto compatto riescono a far tutto per cui non lo vedo troppo fastidioso anzi trovo più fastidiosa la apple pencil che effettivamente come già detto da te è scomoda la ricarica anche se da quello che so dura abbastanza. Speriamo che con iOS 12 forniranno delle gesture più intuitive su i loro device compreso iPad e Mac se ovviamente avranno la tecnologia Face ID.