Apple rifiuta le app che trasformano la fotocamera dell’iPad in un pulsante

06 novembre 2017 di Fabio Padula (@Fabio_Padula)

Di recente Apple ha rifiutato gli aggiornamenti di due popolari applicazioni per iOS che introducevano la possibilità di trasformare la fotocamera dell’iPad in un pulsante.

Gli autori delle app Luna DisplayAstropad Standard, per facilitare l’utente durante il lavoro, avevano ideato un metodo che permettesse di trasformare la fotocamera dell’iPad in un pulsante. Una soluzione ingegnosa che, però, non è piaciuta molto a responsabili Apple.

Pulsante della fotocamera iPad

Come potete vedere dal breve video dimostrativo, l’app in questione avrebbe concesso all’utente di sfruttare la fotocamera dell’iPad come pulsante per richiamare un’apposito menu. L’idea tanto geniale e apparentemente molto comoda, non è piaciuta ai responsabili di Cupertino, tanto da non accettare l’aggiornamento che avrebbe permesso l’inserimento di tale feature.

Con un semplice tocco sulla fotocamera frontale del tablet, gli utenti che avrebbero scaricato l’aggiornamento della nuova app, avrebbero ottenuto accesso rapido ad un apposito menu con funzioni e collegamenti utili. Gli autori Astro HQ avevano pensato ad una scorciatoia che avrebbe sicuramente migliorato e velocizzato il lavoro dell’utente. I dev non avevano, però, fatto i conti con il regolamento interno Apple. Infatti, trasformare la fotocamera dell’iPad in un pulsante viola una particolare sezione delle linee guida indette da Apple, che cita quanto segue:

Le applicazioni che modificano o disattivano le funzioni degli interruttori standard, come gli interruttori Volume Up / Down e Ring / Silent, o altri elementi nativi dell’interfaccia utente o i funzionamenti, saranno rifiutati.

Anche i dev di Camera +, nel lontano 2011, avevano avuto la geniale intuizione di sfruttare il tasto fisico dell’iPhone che consente di regolare il volume, come pulsante per scattare una fotografia. Apple rifiutò tale aggiornamento, ma introdusse la funzione in seguito direttamente in iOS.

Anche se delusi dall’accaduto, Astro HQ hanno lasciato intendere che non si daranno per vinti perché spinti da una grande passione. Hanno numerose idee in testa e vogliono rendere la loro app sempre più intuitiva ed unica.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.