Recensione iPad mini 4: un piccolo con un cuore grandissimo – VIDEO

25 settembre 2015 di Andrea Cervone
FEATURED

Finalmente è arrivato il momento che stavate aspettando: quello della recensione del nuovo iPad mini 4, in attesa di provare e recensire anche l’interessantissimo iPad Pro che, però, non sarà di certo un tablet per tutti. Ma non perdiamoci in chiacchiere. Andiamo a scoprire l’ultima evoluzione del tablet per eccellenza nel suo formato più piccolo e portatile. Ecco a voi la recensione di iPad mini 4!

A livello estetico, iPad mini 4 risulta molto simile ad iPad mini 3, anche se alcuni cambiamenti si notano sin da subito. In primis si assiste ad una importante riduzione dello spessore che passa ora a soli 6.1 millimetri, insieme ad un peso ulteriormente ridotto che rende questo iPad il più leggero, maneggevole e trasportabile dell’intera lineup di tablet Apple.

Lo schermo resta un pannello con diagonale da 7.9 pollici, con 2048 x 1536 pixel, ora realizzato con una struttura a laminazione completa che riduce il gap di aria tra lo schermo e i pixel, in modo da migliorare la risposta ai comandi touch, e soprattuto riduce tantissimo i riflessi rispetto ad iPad mini 3 e precedenti. Ciò che le specifiche non ci dicono è che questo schermo risulta decisamente più luminoso, contrastato e ricco di colori rispetto a quello di iPad mini 3 o precedenti.

Importante introduzione è anche quella del nuovo processore A8 di iPad mini 4: un dual core ancora in grado di offrire ottime performance. Con iOS 9 iPad mini 4 scorre fluido in qualsiasi situazione e riesce ad eseguire anche le applicazioni e i giochi più pesanti senza problemi. iPad mini 4 è inoltre l’unico iPad mini a consentire la gestione simultanea di due applicazioni su schermo. Sempre in termini di performance un aiuto forse più importante ancora lo dà la RAM di iPad mini, in linea con quelle di iPad Air 2 e dei nuovi iPhone 6s, da 2 GB, che consente di eseguire più processi in background senza sperimentare rallentamenti o impuntamenti che, invece, su iOS 8 e soprattuto su iOS 9, erano presentissimi sui precedenti iPad mini. Non manca infine il co processore di movimento M8, anch’esso migliorato rispetto al precedente M7.

Altro settore in cui iPad mini 4 migliora tantissimo è la fotocamera, ora in grado di scattare foto con risoluzione più alta. Si passa infatti da una fotocamera posteriore da 5 megapixel che trovavamo su iPad mini 3 ad una da 8 megapixel con le stesse caratteristiche aggiuntive già viste su iPad Air 2, quindi scatto rapido e video in moviola. Invariata invece la fotocamera frontale. Gli scatti ottenuti con iPad mini 4 migliorano certamente, ma a stupire sono soprattuto i video che per qualità complessiva di avvicinano davvero molto a quelli registrabili con iPhone 6, anche se mancano alcune utili funzioni come il focus cintinuo e un riconoscimento migliorato dei volti.

La batteria non muta e assicura 10 ore di utilizzo come sui precedenti iPad.

Complessivamente iPad mini 4 risulta essere un dispositivo molto più interessante di quando (non) ci abbia detto Apple. È il miglior tablet di Apple? Probabilmente no, perché Air 2 e Pro risultano ad oggi rispettivamente il secondo e il primo tablet Appe in ordine di potenza, ma se cercate un dispositivo compatto che non abbia nulla, se non un core, da invidiare ad iPad Air 2 e la serie Pro non fa per voi, allora con questo iPad mini centrerete un ottimo affare.

Ah, questa recensione è stata scritta proprio da iPad mini 4.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.