Bromwich-Apple, un rapporto rinsaldato

15 Aprile 2014 di Giuseppe Migliorino

In un documento pubblicato oggi, Michael Bromwich, il consulente esterno nominato dal tribunale nel processo sui prezzi degli ebook, fa sapere che i rapporti con Apple sono nettamente migliorati, dopo i problemi degli scorsi mesi.

13.10.16-Bromwich

Nella relazione di 77 pagine, Bromwich afferma che Apple è molto più cooperativa rispetto al passato, visto che il suo compito è quello di controllare i comportamenti della società proprio nei confronti degli editori e dei prezzi fissati sugli ebook.

Il rapporto è stato consegnato al giudice Cote, lo stesso che a luglio ha condannato Apple per aver cospirato con cinque importanti case editrici al fine di fissare verso l’alto i prezzi degli ebook e di mettere in difficoltà Amazon. Dopo quella sentenza, il giudice nominò Bromwich come consulente che doveva controllare il comportamento di Apple in merito proprio alla gestione di tali prezzi. Inizialmente, Apple ha accusato Bromwich di faziosità e di voler entrare troppo nel merito delle strategie di vendita dell’azienda, ma ora le cose sembrano cambiate.

Nel rapporto, infatti, il consulente fa sapere che Apple è molto più collaborativa e sta fornendo tutte le informazioni richieste. Questo cambiamento avviene dopo che la stessa Apple aveva cercato invano di far rimuovere Bromwich dal suo ruolo.

[via]

 

 

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.