iPad Air o iPad mini Retina: quale modello scegliere e quale taglio preferire?

01 novembre 2013 di Giuseppe Migliorino
FEATURED

Finalmente ci siamo, arrivano i  nuovi iPad Air (dall’1 novembre) e iPad mini Retina (da fine novembre), e con essi anche i dubbi su quale modello scegliere. A livello hardware, i due dispositivi hanno prestazioni simili, ma cambiano per quanto riguarda dimensioni e portabilità. Inoltre, Apple offre diversi tagli: 16, 32, 64 e 128GB. Quele scegliere?

Schermata 2013-10-31 alle 11.26.30

iPad Air o iPad mini Retina?

La prima grande differenza tra i due modelli sta nel prezzo. L’iPad Air parte da 479€ per il modello base, mentre l’iPad mini Retina da 389€. Ogni taglio superiore abbiamo un aumento di 90€, mentre per il modello 3G e singolo taglio l’aumento è di 120€ per entrambi.

Detto questo, prendendo come punto di riferimento il modello da 16GB Wi-Fi, abbiamo una differenza di 90€.

Schermata 2013-10-31 alle 11.35.27

L’iPad Air è ovviamente più grande, con uno schermo da 9,7 pollici contro quello da 7,8 dell’iPad mini. Due pollici di differenza non sono pochi, ma ora si notano di meno nella portabilità dell’iPad Air, visto che Apple ne ha diminuito dimensioni della cornice e peso.

L’iPad Air è alto 40 mm in più del mini Retina e largo 35 mm in più, ma la profondità è la stessa (7,5 mm). Per quanto riguarda il peso, l’iPad Air arriva a 469 grammi (gli iPad precedenti pesavano 601 grammi!), mentre l’iPad mini Retina pesa 331 grammi. Come vedete, Apple ha fatto un passo da gigante sia nelle dimensioni che nel peso del nuovo iPad Air, e ora la differenza nell’uso quotidiano si sente molto meno.

A livello hardware non abbiamo differenze, sia per quanto riguarda il processore che la fotocamera. Le prestazioni sono quindi praticamente identiche, pari a circa l’80% in più rispetto all’iPad 4. Anche la batteria ha la stessa durata, visto che su iPad Air è leggermente più grande, compensando il display più generoso.

Insomma, se tra iPad 4 e primo iPad mini le differenze erano anche e soprattutto nelle prestazioni, ora l’unico dubbio riguarda le dimensioni e il prezzo.

Se preferite un dispositivo comunque più piccolo e leggero (anche se di poco), che può essere messo anche nella tasca della giacca, allora la scelta cade sull’iPad mini. Se, invece, preferite uno schermo più generoso, allora andate sull’iPad Air.

Lo schermo da 9,7 pollici è consigliato per chi:

  • Vuole vedere film su iPad
  • Usa programmi di video editing e di musica
  • Usa programmi di produttività
  • Scrive spesso con iPad

L’iPad mini Retina, invece, è consigliato per chi:

  • Vuole trasportare facilmente il suo tablet, anche in giacca
  • Ama giocare con l’iPad
  • Naviga spesso sul web
  • Non ha esigenze specifiche per quanto riguarda la scrittura

 

La capacità di memoria e la rete

Partiamo dal prezzo: la differenza tra i vari modelli (16, 32, 64, 128) è di 100€ per ogni “raddoppio di memoria” in più. Un plus di prezzo non da poco, che però può valere la pena spendere se hai determinate esigenze. Per ogni singolo taglio, la differenza tra il modello solo Wi-Fi e il Cellular è di 120€.

Partiamo, prima di tutto, da una precisazione: iCloud. Con il servizio di condivisione dei documenti online, parte dello spazio necessario può essere trasferito dall’iPad alla “nuvola”. Apple offre 5GB di spazio gratuito, mentre pagando 16€ all’anno si possono aggiungere 10GB o, al prezzo, di 32€ annui puoi avere 20GB in più. Infine, pagando 80€ all’anno avrai a disposizione 50GB di spazio in più rispetto ai 5GB già inclusi. Su iCloud si possono praticamente spostare i documenti, tutte le foto (cancellandole dal dispositivo) e, presto, anche la musica e i film. Dato che proprio queste due ultime voci sono quelle che nella maggior parte dei casi incidono più di tutte sullo spazio disponibile, iTunes Match è una manna dal cielo sotto questo punto di vista. C’è però una precisazione da fare: tutti i file spostati su iCloud (dalle foto alla musica) possono essere visualizzati e/o riprodotti solo in presenza di una connessione internet attiva. Poi ci sono anche servizi cloud alternativi come Dropbox, davvero utili anche per file di grandi dimensioni, ma anche in questo caso bisogna avere sempre una connessione internet attiva.

Da qui, la prima risposta: acquistate il modello 3G se avete in mente di utilizzare i servizi di iCloud e cloud in generale anche quando siete in mobilità. E’ vero che potete usare l’iPhone in tethering come modem, ma è pur vero che questo non è possibile con tutti gli operatori (almeno, non gratuitamente) e che tale funzione uccide la batteria dello smartphone.

Se, invece, pensate di utilizzare l’iPad come sostituto del computer di casa per navigare sul web, vedere un film o giocare, allora il modello Wi-Fi può andare bene, dato che all’occorrenza l’iPhone può comunque essere utilizzato come modem (ma non esagerate…). Anche chi vuole utilizzare l’iPad a scuola o all’università può avere esigenza di essere sempre connesso, ma ormai una connessione Wi-Fi è presente in molti degli edifici scolastici e delle Università, mentre gli ebook per ripassare una lezione possono essere letti anche offline.

Insomma, il modello 3G e i relativi 120€ di spesa in più sono giustificati solo se:

  • Volete usare iCloud sempre e comunque
  • Usate spesso altri servizi Cloud come Dropbox
  • Vi trovate spesso in viaggio e avete necessità di accedere ad internet e ai vostri documenti

Per tutti gli altri, il modello Wi-Fi è più che sufficiente, visto che in caso di emergenza l’iPhone può fare da modem.

Parliamo ora nuovamente dei tagli disponibili.

I nuovi tablet di Apple monta una fotocamera da 5mpx in grado di registrare video a 1080p. Questo significa che foto e video realizzate tramite il nuovo iPad andranno ad incidere  molto sulla capienza del dispositivo. Quindi, se siete tra quelli che desiderano usare l’iPad per registrare molti video o scattare tante foto, la scelta dovrebbe cadere sul modello da 32GB. Lo stesso discorso vale se siete tra coloro che amano portarsi sempre dietro foto e video, magari per mostrarli agli amici: se iCloud non fa per voi (anche perchè i video non possono ancora essere spostati sulla nuvola), anche in questo caso può valere la pena acquistare il modello da 32Gb.

La musica: anche in questo caso il discorso è molto simile a quello fatto per foto e video. Se amate portare con voi tutta la vostra libreria musicale sull’iPad allora il modello da 16GB potrebbe rivelarsi insufficiente. La scelta tra 32 e 64GB dipende anche da quanta musica volete salvare sul nuovo iPad, iTunes Match permettendo.

Sia per le foto che per la musica vale però spendere due parole sull’iPhone: la gran parte di voi avrà sicuramente un iPhone e questo significa che la musica può tranquillamente (e anche più comodamente) essere ascoltata tramite lo smartphone di Apple. Stesso discorso vale per le foto e i video: è molto più comodo scattarli e registrarli con l’iPhone. Se, invece, volete semplicemente conservare le vostre collezioni su iPad, allora ritorniamo alla categoria di color che hanno bisogno di un 32Gb o, nei casi estremi, di un 64GB.

Oltre a foto e musica, l’iPad può contenere tante app e giochi. Soprattutto i giochi: con la nuova scheda grafica, i giochi ottimizzati per il nuovo iPad peseranno oltre 1GB quindi, se siete degli amanti dei videogame, potreste ben presto esaurire lo spazio dei 16GB.

Abbiamo poi gli ebook. Il peso di quelli classici è irrilevante, ma con l’arrivo dei libri interattivi, ogni libro può pesare anche 1GB.

Approssimativamente, quindi, su un iPad da 16GB potreste:

  • Installare 4 giochi dalla grafica eccezionale (circa 6 GB)
  • Caricare circa 200 brani (circa 2 GB)
  • Salvare 100 foto e pochi video (5 GB)
  • Salvare un solo film non HD(800 Mb)
  • Conservare tre libri interattivi (3 GB)
  • Rimanere con pochissimo spazio (1GB) per altre app e contenuti vari (salvataggio app, ecc…)
Alla luce di ciò, chi dovrebbe comprare il modello da 16GB?

Chi non utilizza troppe app, non vuole conservare film e musica se non in poche unità, non desidera portarsi dietro oltre 150/200 brani musicali e non vuole usare spesso la fotocamera dell’iPad. Ideale per quelle persone che amano soprattutto usare l’iPad per navigare sul web, consultare le email e salvare poche foto e pochi video.

Chi dovrebbe comprare il modello da 32GB?

Chi utilizza l’iPad come dispositivo principale, ama giocare e guardare film su di esso, vuole avere sull’iPad una collezione quasi completa della propria musica e fa un uso medio della fotocamera. Ideale per chi si trova spesso fuori casa e utilizza l’iPad come strumento principale non solo per lavoro, ma anche per lo svago.

Chi dovrebbe acquistare il modello da 64GB?

Chi desidera tenersi l’iPad per diversi anni, dispone di tanti giochi e app, ama conservare decine di film sul dispositivo, ha una vasta collezione di musica che vuole portare sempre con sé, scatta foto e registra video molto spesso e non vuole preoccuparsi di doverle trasferire sul computer. Ideale per chi dall’iPad vuole tutto, conservare tutto, avere tutto a disposizione senza preoccuparsi dello spazio o del trasferimento dei dati su computer.

Chi dovrebbe acquistare il modello da 128GB?

Chi vuole vivere sereno per diverso tempo, senza preoccuparsi dello spazio a disposizione. Su questo modello ci va praticamente di tutto.

Insomma, la scelta dipende da diversi fattori. Sta a voi stabilire che uso volete farne del vostro nuovo iPad e scegliere di conseguenza.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.