La scuola primaria sbarca su iPad: Giunti Scuola mette a disposizione tutti i propri corsi su App Store gratuitamente!

17 ottobre 2012 di Giuseppe Migliorino
La collaborazione tra Enhanced Press di Alessandro Risuleo e Giunti continua e fa un grosso passo avanti. L’iniziativa promossa da Giunti Scuola è una di quelle che segnano un passaggio significativo nella diffusione della cosiddetta cultura digitale nelle nostre scuole, in quanto, per la prima volta, un editore scolastico (e per la precisione il primo editore della scuola primaria) mette a disposizione su App Store tutto il proprio patrimonio di corsi adozionali, in maniera totalmente gratuita. Sette applicazioni, una per ciascun corso (Castelli in aria, Nel giardino, Nel giardino delle storie, Nel giardino dei saperi, Poster, Io tu e Pilù, Gatto bianco Gatto blu) per un totale di oltre 50 volumi, sono da oggi disponibili (gratuitamente) per chiunque, studente, genitore o insegnante, disponga di un iPad.
Perché questa decisione? Per “rompere il ghiaccio”. Perché, in classe e  fuori dalla classe, un iPad senza contenuti adeguati non serve a niente, e perché sembra evidente lo scollamento tra soluzioni tecnologiche ogni giorno più avanzate e contenuti ancora quantitativamente e qualitativamente imparagonabili all’offerta su carta. Un numero sempre maggiore di scuole (ma anche singoli insegnanti e genitori)  stanno chiedendo di poter utilizzare i nostri contenuti digitali per sperimentazioni in classe o per l’utilizzo quotidiano. La risposta Giunti è sempre stata positiva: del resto è nell’interesse di ogni editore sia sviluppare la competenza digitale nella scuola sia poter osservare da vicino, in un momento cruciale di riconfigurazione dell’offerta, modi e strategie di utilizzo dei contenuti in classe, per poterli far evolvere di conseguenza.
Una volta scaricata, ciascuna App si apre con una vetrina dalla quale è possibile scaricare il volume o i volumi di interesse fra quelli che compongono il corso, che vanno poi a popolare la propria libreria. I volumi a quel punto essere consultati offline in forma di sfoglialibro, con moltissimi strumenti di lavoro a disposizione: miniature delle pagine, ricerca all’interno del testo, segnalibri ecc. Lo studente può risolvere direttamente gli esercizi sulla pagina attraverso lo strumento del disegno a mano libera, può sottolineare, prenderenote vocali e testuali, sia all’interno della pagina che in un blocco appunti che vale per tutto il volume.

Del resto molte applicazioni su iPad fanno ciò. Tuttavia il motore sviluppato da Enhanced Press, che sarà a disposizione gratuita di tutti coloro che richiederanno questo servizio, presenta e questa è tra le novità più interessanti, una vera e propria applicazione dentro l’applicazione: un ambiente, attivabile in qualsiasi momento dagli strumenti didattici, che permette di creare i propri quaderni di lavoro sia utilizzando i contenuti del volume di partenza che altri contenuti presi da internet o creati direttamente dall’utente. L’applicazione consente di scrivere appunti, inserire immagini, link a internet (pagine, immagini, audio, video…) copiare e incollare testo e impaginare il tutto semplicemente trascinando i vari elementi all’interno della pagina di lavoro (se ne possono creare quante se ne vogliono). I file così realizzati possono quindi essere inviati via e-mail, salvati tra i documenti dell’iPad e recuperati tramite iTunes su un qualsiasi PC o Mac, oppure possono essere condivisi in modalità cloud, salvandoli nella propria cartella Dropbox!
Tutte le applicazioni sono disponibili partendo da questo link.
REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.