Tim Cook: la strategia MacBook Air + iPad è migliore rispetto all’avere Windows 8 dappertutto

mercoledì, 25 aprile 2012 di Andrea Scrimieri in News iPad

Durante la conferenza finanziaria relativa al secondo trimestre fiscale del 2012 Tim Cook, CEO di Apple, ha risposto ad una domanda inerente all’operato di Microsoft con Windows 8 e se Apple avrebbe deciso di far convergere MacBook Air ed iPad in una singola lineup di prodotti.

Far convergere tablet e PC, secondo Tim Cook, creerebbe un compromesso tra due diversi prodotti compromettendo di conseguenza anche l’esperienza dell’utente, proponendo in questo caso un esempio piuttosto esplicativo come accadrebbe nell’unire toaster e frigorifero. L’uso della parola “compromesso” da parte del CEO risulta particolarmente interessante in quanto la stessa Microsoft prima del rilascio di Windows 8 lo ha definito un prodotto senza compromessi in quanto disponibile su tablet e PC, ma secondo Apple, un iPad non può fare ciò che fa un PC, per cui si tratterebbe di un dispositivo compromesso.

Ad essere essenzialmente differenti sono le filosofie delle due compagnie: mentre Apple compromette su ciò che una piattaforma può fare per rendere un dispositivo il migliore nel fare qualcosa, Microsoft compromette su un una piattaforma così da permettere ad ogni dispositivo di fare di più. Non c’è alcun dubbio che Windows 8 sia un progetto interessante e che Microsoft stia facendo a sua volta cose interessanti ma è impossibile creare un dispositivo o una piattaforma “senza compromessi”, ed Apple, quindi, non rilascerà alcun dispositivo simile nel prossimo futuro.

[via]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.
  • Artics2

    Che minchiata!

  • tarambano

    Ripassare il significato di compromettere prima di scrivere certe sciocchezze, grazie

  • B15

    E’ perchè un ipad non potrebbe fare quello che fa un mac? …Forse perchè pensate solo al vile denaro? Forse perchè ci sarebbero molti utenti sempre più attratti dall’Ipad e meno dai mac? Io con il Pc ci gioco anche, cosa che con il mac non si può fare, visto le piccole quantità di giochi di generi diversi e visto che le schede grafiche sono obsolete a prezzi maggiorati

  • http://twitter.com/nick88msn Nicola Mastrandrea

    L’idea di microsoft è vincente, i problemi sono tecnici, la versione windows rt (windows on arm) non porta nulla di nuovo rispetto ad un iPad (la suite office ma iWork per iPad fa abbastanza e per il mondo arm è buona) i giochi etc funzioneranno solo nella versione X86 ma per fare tutto ci vorranno i processori core i e quindi autonomie simili a quelle dei macbook air, problemi di raffreddamento e peso maggiore…. Nella versione con Clove Trail non avremo chissà che performance trattandosi di netbook con una GPU migliore (della serie dei core i e non la solita GMA) ….i compromessi ci sono da entrambe le parti

  • Dioneo

    Hai idea di quanto durerebbe la batteria di un iPad con un sistema operativo come Osx? Attualmente ci sono limiti tecnici che impediscono di fondere a tutti gli effetti i due sistemi operativi.

  • Newsdisc

    Fra pochi anni tablet e notebook saranno termini quasi privi di senso o comunque simmetrici. Superati i temporanei limiti tecnici (batterie, processori, peso, ecc.) avremo comunque dispositivi che potremo usare come vorremo. Un notebook sarà solo un tablet cui avremo aggiunto la tastiera fisica, mentre un tablet sarà solo un notebook cui avremo tolto la tastiera fisica. Apple, Microsoft, Samsung & co si divertono con noi: hanno ben chiaro quel che troveremo noi consumatori lungo la strada (e nei centri commerciali). Quel che è incerto ora se l’unificazione fra le due tipologie di prodotto avverrà nel 2015 o nel 2016, se il prezzo medio sarà di 600 o 700 euro, se ci arriverà prima una ditta o l’altra. Piccole variazioni che non cambieranno la strada già tracciata, diretta e logica conseguenza delle tecnologie già esistenti. A meno che non scoppi una guerra…in quel caso forse avremo altro a cui pensare.

  • Biomaz

    tu giochi, io lavoro. per questo tu non capisci la differenza…