iCloud è finalmente disponibile: ecco come impostarlo! – Guida

mercoledì, 12 ottobre 2011 di Giuseppe Migliorino in iCloud

A diversi mesi dalla presentazione ufficiale, iCloud è finalmente disponibile per tutti gli utenti. In questo articolo vi spieghiamo come impostarlo e come attivare tutte le sue funzioni.

iCloud è disponibile come download gratuito per gli utenti iPhone, iPad o iPod touch che hanno iOS 5 o un Mac con OS X Lion con un valido Apple ID. iCloud include 5GB di spazio storage gratuito per Mail, Document Storage e Backup. La musica acquistata, gli spettacoli televisivi, le app, i libri e Photo stream non contano per il limite di archiviazione. iTunes Match sarà disponibile a partire dagli Stati Uniti per $24.99 all’anno. L’utilizzo di iCloud con un PC richiede Windows Vista o Windows 7; Outlook 2010 o 2007 è raccomandato per accedere a contatti e a calendari. Incrementi ulteriori di storage iCloud sono disponibili a partire da $20 all’anno per 10GB, $40 all’anno per 20GB e $100 all’anno per 50GB.

Per poter accedere ad iCloud è sufficiente andare su https://www.icloud.com/ ed inserire i dati del proprio account iTunes Store. Una volta loggiati, la prima volta che entrerete in iCloud dovrete impostare la lingua e il fuso orario, oltre a dover scegliere una vostra immagine da inserire nel profilo.

Effettuate queste veloci impostazioni, potrete finalmente accedere ad iCloud. Dalla schermata principale potete gestire Mail, Contatti, Calendario, Trova il mio iPhone e iWork, mentre le altre opzioni saranno attive soltanto una volta che avrete installato iOS 5 su iPhone o iPad.

Per attivare queste funzioni su iPhone o iPad, andate in Impostazioni/iCloud ed attivate tutte le voci che volete sincronizzare online tra Posta, Contatti, Calendari, Promemoria, Preferiti, Note, Streaming Foto, Documenti e Dati e Trova iPhone.

Queste tutte le funzioni di iCloud:

Con iTunes in the Cloud si possono scaricare in automatico i nuovi acquisti musicali su tutti i propri dispositivi: puoi comprare una canzone sull’iPad e ascoltarla direttamente sull’iPhone, senza sincronizzare. iTunes in the Cloud consente inoltre di scaricare i contenuti iTunes precedentemente acquistati sui propri dispositivi senza alcun costo aggiuntivo. Dato che iCloud archivia la cronologia dei contenuti iTunes già acquistati, puoi consultare i tuoi acquisti indipendentemente dal dispositivo che hai usato per farli, e poiché i contenuti sono già tuoi, puoi riprodurli su tutti i tuoi dispositivi o toccare l’icona di iCloud per archiviarli e rivederli in seguito. Già disponibile (bisogna attivare la voce Download Automatici da Impostazioni/Store)

Photo Stream di iCloud consente di scattare una foto su un dispositivo e visualizzarla in automatico su tutti gli altri. Se scatti una foto con l’iPhone, viene inviata su iCloud e trasferita automaticamente sul tuo iPad, iPod touch, Mac o PC grazie alla tecnologia push. Puoi persino visualizzare il tuo album Photo Stream sull’Apple TV. iCloud trasferisce inoltre una copia delle foto importate dalla fotocamera digitale via Wi-Fi o Ethernet, così appaiono su tutti gli altri dispositivi. iCloud gestisce Photo Stream in maniera del tutto efficiente, mostrando le ultime 1000 foto per non esaurire tutto lo spazio d’archiviazione disponibile. Attivo solo su iOS 5.

Documents in the Cloud, un altro servizio di iCloud, tiene aggiornati tutti i tuoi documenti sui vari dispositivi, in automatico. Se per esempio crei un documento in Pages sull’iPad, il file viene inviato automaticamente a iCloud. Quando usi Pages su un altro dispositivo iOS, puoi aprire quello stesso documento, con i tuoi cambiamenti più recenti, e riprendere a leggerlo o modificarlo proprio da dove l’avevi lasciato. Le app iWork di Apple per iOS (Pages, Numbers e Keynote) lavorano in perfetta sintonia con l’archiviazione iCloud, e Apple offre agli sviluppatori le API necessarie per consentire alle proprie app di supportare facilmente il servizio Documents in the Cloud. Attivo solo su iOS 5.

iCloud consente inoltre di consultare la cronologia degli acquisti sull’App Store e l’iBookstore, e di scaricare le app e i libri già comprati su tutti gli altri dispositivi in qualsiasi momento. Queste app e questi libri possono essere scaricati in automatico su tutti dispositivi, e non solo su quello con cui è stato fatto l’acquisto. Basta toccare l’icona di iCloud e scaricare app e libri acquistati su un dispositivo iOS, senza costi aggiuntivi. Già attivo.

iCloud Backup esegue il backup automatico e sicuro delle informazioni più importanti su iCloud, ogni giorno e via Wi-Fi, ogni volta che colleghi il tuo dispositivo iOS all’alimentazione. Una volta collegato, tutti i contenuti vengono salvati rapidamente e in modo efficace. iCloud archivia già la musica, le app e i libri acquistati, e Photo Stream; iCloud Backup si occupa di tutto il resto, facendo il backup di foto e video nel Rullino, delle impostazioni del dispositivo, dei dati delle app, delle schermate Home e dell’organizzazione delle app, dei messaggi e delle suonerie. iCloud Backup è utile anche per ripristinare un dispositivo iOS o per configurarne uno nuovo. Per attivare questa voce, solo su iOS 5, bisogna andare in Impostazioni/iCloud, selezionare Archivio e backup ed attivare la voce “Backup di iCloud. Questa voce disabilita il backup automatico da iTunes su Pc o Mac, inviando il backup solo sulla nuvola. Attivo solo su iOS 5.

iCloud funziona anche con Contatti, Calendario e Mail, per condividere i calendari con familiari e amici, mentre l’account Mail privo di pubblicità è ospitato su me.com. Le posta in entrata e le altre caselle sono sempre aggiornate sui dispositivi iOS e i computer, e con icloud.com si può accedere a Mail, Contatti, Calendario, Trova il mio iPhone e ai documenti di iWork direttamente dal web. Attivo solo con iOS 5.

L’app Trova il mio iPhone è utile per ritrovare un dispositivo perduto. Basta usare l’app gratuita Trova il mio iPhone su un altro dispositivo o registrarsi su icloud.com da un computer per vedere l’iPhone, iPad o iPod touch perduto su una mappa, visualizzare un messaggio sul display e persino bloccare o cancellare in remoto l’intero dispositivo. Trova il mio iPhone ti permette ora di trovare anche un Mac perduto, se ha OS X Lion. Già attivo.

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.
  • Sermaccio

    Complimenti a apple… Se hai un pc windows con un sistema obsoleto come Vista iCloud funziona, se invece hai un Mac con SnowLeopard no, devi passare obbligatoriamente a Lion… Veramente senza senso se non quello di far pagare la ‘tassa’ di 23 euro per passare ad un sistema (Lion) di cui sinceramente non sento personalmente la necessità

  • Maxxrender

    a quando l’uscita ios5 ?
    per poter configurare icolud ?

  • Victorrr

    Infatti a me questa cosa suona impossibile.
    Ma siamo sicuri????

  • Greekton

    l mio Ipad non vuole sapere di effettuare il backup del dispositivo su iCloud. Qualcuno può dirmi cosa potrei aver sbagliato? non ho mai avuto Id su MobilMe ed ho utilizzato il mio IDApple di iTunes, tuttavia non mi backup l’Ipad…!! Grazie per i consigli preziosi che mi darete in merito.

  • Ceba71

    So che sono in ritardo con questo commento ma non posso non replicare.
    Parlo da ex utente Windows e pc per circa 20 anni. Ora sono passato alla mela: tutto un altro pianeta.
    Ma stiamo scherzando o cosa?!
    – OSX Lion – prezzo 23,99 € – Numero client: ILLIMITATO – stabilità e affidabilità storiche
    – Win Vista – prezzo 200,00 € circa – Numero client: 1 – instabilità e inaffidabilità storiche
    Questi sono solo alcuni dei tantissimi parametri di confronto tra i due s.o. dal quale Microsoft, ancora una volta, esce decisamente sconfitta.
    Direi che li puoi tirar fuori ‘sti 24 euro senza lamentarti troppo, mi pare.