Recensione Apple iPad Pro 10.5” con iOS 11: il tablet definitivo – VIDEO

30 settembre 2017 di Andrea Cervone
FEATURED

Alla WWDC 2017 Apple ha presentato iOS 11, un sistema operativo incentrato prevalentemente (ma non esclusivamente) su iPad. Contestualmente alla presentazione di iOS 11 è stato anche svelato il nuovo iPad Pro 10.5”, un tablet attesissimo che, però, da il meglio di se solo con iOS 11. Abbiamo atteso a lungo per questa review, ma volevamo parlarvi del nuovo iPad solo dopo averlo testato al meglio con la versione del software di Apple che consente di sfruttarlo al meglio. È quindi arrivato il momento di parlarvi di quello che è, senza ombra di dubbio, il miglior tablet mai progettato fino ad oggi.

Il nuovo iPad Pro da 10.5” non è il tablet per tutti, ma è senza ombra di dubbio il miglior tablet mai realizzato fino ad oggi. Attenzione: non parliamo di convertibile, ma di tablet in quanto tale. In questo campo Apple non ha rivali. Se iPad Pro 9.7” risulta, ancora oggi, uno dei migliori nella sua categoria, iPad Pro 10.5” migliora praticamente sotto ogni aspetto e stacca ulteriormente la concorrenza, ormai arenata su standard qualitativi decisamente inferiori. Ovviamente, come dicevamo, non è un tablet per tutti. Se avete bisogno di un buon dispositivo da consultazione o semplicemente di un ottimo schermo su cui guardare contenuti multimediali, allora il nuovo iPad (2017) può andare più che bene e costa meno (parecchio meno). A differenza di questo modello, però, iPad Pro 10.5” vi consente di fare di più. Anzi, vi consente di fare. Di sperimentare, di creare, di renderlo il vostro computer. Questa volta si, è possibile. Il tutto però ad un prezzo che non è tra i più contenuti.

Il design del nuovo iPad cambia leggermente: intanto cambia la diagonale di schermo e si passa dai tradizionali 9.7” ai 10.5” del nuovo modello. Nonostante la lieve riduzione delle cornici – in particolare di quelle verticali – il nuovo iPad risulta leggermente più grande dei precedenti modelli. Nel complesso, però, si maneggia come il precedente iPad Pro e anche il peso in mano non differisce di troppo. Per il resto, il nuovo tablet è sempre realizzato in alluminio di ottima qualità e viene offerto nelle colorazioni Grigio Siderale, Argento, Oro e Oro Rosa.

iPad Pro 10.5” è una macchina potente. E quando dico potente, intendo potente. Stando ai benchmark riuscirebbe a gareggiare con gli ultimi MacBook Pro senza troppe difficoltà, ma questi sono dati relativi. La realtà è che Apple è riuscita ad offrire prestazioni ancora superiori a quelle di iPad Pro da 9.7”. In questo caso tutte le operazioni – dall’avvio all’apertura/chiusura delle app – sono assolutamente istantanee, non ci sono rallentamenti e il tablet non scalda davvero mai. Durante la mia prova non c’è stato neanche un task che abbia messo anche solo lievemente in difficoltà il nuovo tablet Apple. Questo risultato è stato raggiunto grazie all’introduzione del nuovo chip A10X Fusion, una CPU ricavata dall’A10 di iPhone 7 ma con una GPU più performante e con ben 4 GB di RAM che su iOS bastano e avanzano. Un’aggiunta per me fondamentale è il nuovo Touch ID di seconda generazione: iPad Pro 10.5” è il primo tablet Apple ad adottare il più preciso sensore di impronte digitali realizzato fino ad oggi dall’azienda di Cupertino. Adesso l’iPad si sblocca in modo più veloce e preciso e il riconoscimento migliorato torna utile anche durante i pagamenti con Apple Pay o semplicemente per autorizzare le operazioni in-app su iOS 11.

L’esperienza di utilizzo è al top, sempre fluida e stabile, anche con iOS 11. In particolare iOS 11 non sembra pesare più di tanto e il nuovo iPad riesce ad eseguire in modo più che agevole anche tre app sullo schermo. Siamo riusciti a districarci senza problemi in un pesante editing fotografico con Affinity Photo e a montare un video in 4K con tre sorgenti video, una sorgente audio e diverse immagini senza notare alcun rallentamento. Migliora, poi, anche la memoria a disposizione degli utenti: il taglio di partenza è ora da 64 GB e volendo si sale a 256 GB e a 512 GB. Tutti questi modelli sono disponibili sia in versione solo WiFi che in versione WiFi+Cellular.

Nessuna novità, invece, per gli speaker che adottano la stessa tecnologia dei precedenti modelli: sono quattro, posizionati in ogni angolo del tablet, e offrono un volume davvero elevato e ottimi bassi. In base al posizionamento orizzontale o verticale del tablet cambierà, inoltre, il “compito” di ogni cassa: gli alti saranno sempre riprodotti dagli speaker alti, appunto, mentre i bassi usciranno sempre dagli speaker inferiori.

Ma parliamo dello schermo. È qui la più grande novità di iPad Pro 10.5”. Abbiamo parlato delle dimensioni, ma non è tutto. Il nuovo iPad Pro include un Display Retina con risoluzione pari a 2224 x 1668 pixel e include la nuova tecnologia di refresh intelligente che Apple chiama “ProMotion”. Tutti i precedenti iPad avevano un refresh rate pari a 60hz: ciò significa che i contenuti dello schermo venivano ricaricati 60 volte ogni secondo. Sul nuovo iPad Pro 10.5” questo valore raddoppia: si passa infatti ad uno schermo a 120hz e la differenza è evidente sin da subito. iPad Pro 10.5” è più fluido in ogni animazione rispetto ai precedenti modelli e questo può diventare un vantaggio notevole durante l’utilizzo delle applicazioni più pesanti, ma soprattutto quando andremo ad interagire con la Apple Pencil: infatti la risposta della matita sul nuovo iPad è incredibilmente precisa ed è assente ogni genere di lag (giù rarissimi sul precedente iPad Pro).

Abbiamo fatto provare il nuovo iPad Pro 10.5” ad alcuni disegnatori e tutti sono rimasti colpiti dall’incredibile risposta della Pencil su questo nuovo modello. Si può disegnare con una precisione ancora più elevata e ormai estremamente vicina a quella di una tavoletta grafica professionale. L’altro aspetto di rilievo è che la tecnologia ProMotion consente di regolare il refresh rate dello schermo in base a quello che stiamo facendo: se stiamo gestendo un file Autocad complesso e abbiamo bisogno di precisione estrema e di una risposta fluida, i 120hz verranno sfruttati tutti. In caso contrario, magari durante la visione di un film, il refresh rate scenderà consentendo al tablet di risparmiare batteria. Per chiudere sullo schermo, quello di iPad Pro supporta la gamma cromatica DCI-P3 e raggiunge i 600 nits di luminosità, 100 in più rispetto a quelli di iPad Pro da 9.7”. Quest’ultimo aspetto migliora in modo tangibile la visione del pannello in esterna e consente anche la riproduzione di contenuti HDR con le app compatibili. Insomma, non serve girarci intorno: quello di iPad Pro 10.5” è semplicemente il miglior schermo mai su un tablet.

Un ruolo importantissimo nella riuscita di questo prodotto lo gioca il nuovo iOS 11, da poco disponibile per il download. iOS 11 riscrive completamente il concetto di iPad e consente ora agli utenti di fare molto di più rispetto a prima. Il nuovo Dock consente di avere sempre a disposizione le app indispensabili de di creare delle schermate Split View con estrema facilità. Cambia anche il Multitasking, che ora include anche il Centro di Controllo e presenta delle schede con l’anteprima delle app in esecuzione in background. Gli utenti “Pro” apprezzeranno tantissimo, però, il drag and drop, ossia la possibilità di spostare file da un’app all’altra in modo super intuitivo e decisamente più pratico rispetto a prima. Oltre a queste novità maggiori, segnaliamo anche la possibilità di scansionare documenti con la fotocamera di iPad direttamente tramite l’app Note.

Nonostante non sia la tipica persona che scatta foto delle vacanze con il tablet, devo riconoscere che con iPad Pro 10.5” Apple ha dotato il suo tablet di punta di una fotocamera davvero pazzesca. Il nuovo sensore è lo stesso di iPhone 7 ed è da 12 megapixel. La lente è pari ad f/1.7 per ottime foto di notte e sfocati pronunciati. Non mancano le Live Photos e la registrazione video fino a 4K. Le foto scattate da iPad Pro sono a dir poco eccellenti e le migliori nel campo tablet e lo stesso può dirsi per i video, ben stabilizzati, con un’ottima fedeltà cromatica e con un dettaglio altissimo. Una fotocamera di questo tipo consente inoltre di acquisire ottime scansioni direttamente nell’app Note di iOS 11, in modo da archiviarle insieme alle proprie note, e per eseguire al meglio le nuove app basate su ARKit. Anche la fotocamera anteriore è ereditata da iPhone 7 ed è da 7 megapixel, per selfie e chiamate FaceTime con ottima qualità.

La batteria di iPad Pro 10.5” è forse uno degli aspetti che convince di meno, ma è il prezzo da pagare per avere il meglio in ogni altro campo. Avevamo notato una minore autonomia anche sui precedenti iPad Pro, quindi se vogliamo la cosa non ci stupisce. Le stime di Apple sono però corrette: si fanno circa 10 ore di utilizzo standard. Ovviamente se iniziate a fare montaggio video la durata della batteria ne risentirà in modo importante. Nel complesso dovrete ricaricarlo al massimo una volta ogni due giorni. Peccato che la ricarica non sia assolutamente veloce: Apple ha aggiornato la porta Lightning per supportare la ricarica rapida, ma in dotazione con il nuovo iPad viene comunque offerto il vecchio caricatore 10W. Se vorrete far prima, dovrete acquistare separatamente il caricatore più rapido, dimezzando i tempi di ricarica che sono effettivamente piuttosto lunghi.

Ma quindi conviene acquistare il nuovo iPad Pro 10.5”? La risposta non può essere univoca. Ad un prezzo di partenza di 739€ per la variante solo WiFi da 64 GB è sicuramente un acquisto da ponderare bene, anche perché in alternativa c’è l’ottimo iPad (2017) che parte da 409€. Una differenza importante, ma anche una resa e un ventaglio di opportunità totalmente differente. Se cercate un tablet da utilizzare esclusivamente per guardare qualche video, per consultare le mail una tantum, per navigare e ricercare qualcosa al volo, allora iPad Pro 10.5” non è il tablet che state cercando. O meglio, sarebbero soldi un po’ sprecati. In questo caso ci sentiamo di consigliarvi l’ottimo iPad (qui la nostra recensione) anche lui lanciato quest’anno e potente quanto basta per un utilizzo moderato. Se invece volete rendere iPad il vostro computer (perché ora si, può esserlo) o comunque volete farne un utilizzo più spinto, allora la soluzione è solo una e si chiama iPad Pro.

Potete scegliere il modello da 10.5” da noi recensito (probabilmente la soluzione migliore per molti) oppure optare per la più generosa variante da 12.9”, identica in tutto ma che offre uno schermo più adeguato ad un utilizzo ancora più professionale. Dopo aver deciso il modello e il taglio di memoria dovrete aggiungere (perché non sono incluse) Apple Pencil e Smart Keyboard, a mio avvio entrambe indispensabili per godere al meglio dell’esperienza iPad. Se poi avete disponibilità residua, vi consiglierei di completare il parco accessori con la nuova sleeve che consente di trasportare sia iPad (volendo anche con Smart Keyboard abbinata) che Apple Pencil in modo molto pratico ed elegante. Certamente si parla di una spesa importante, ma se riuscite ad ignorare l’aspetto economico, iPad Pro 10.5” con la sua suite di applicazioni e di accessori è il tablet migliore che possiate acquistare al momento

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Ebuc

    Gran bell’articlo, complimenti Andrea.

  • Grazie mille! Guarda anche il video se non l’hai già visto 🙂

  • Marco Morini

    Ho un 10.5 cellular da metà agosto…ma me ne sono innamorato ancora di più da ieri sera <3 <3

    PS: Bellissima recensione e bel video.. la chicca è l'editing a 0:30 ahaha

  • AlexBi

    sto usando iOS 11 su un Air 2. Devo dire che l’esperienza d’uso è veramente similare a quella dei filmati che si vedono in rete su iPad Pro, magari c’è qualche scattosità leggermente più pronunciata rispetto alla fluidità totale del 10.5

    Chiaramente mancano il pennino e la tastiera, immagino comunque che iOS 11 sull’iPad 2017 (“accusato” di essere solo un iPad Air vecchio modello con il processore nuovo) offra un’esperienza d’uso veramente appagante.
    E notare che io uso l’iPad anche per lavoro, chiaramente non si parla di fotoritocco o di editing video ma semplicemente di lavoro da ufficio

    Poi si parla solo del nuovo iPhone X, ma la novità di quest’anno di Apple probabilmente è veramente iOS 11

  • Pingback: Maria Smith()